martedì 7 febbraio 2017

PERCHÉ NOI SIAMO DIVERSI? FORSE SCOMODI..

Bonucci mentre urla nell'orecchio a Rizzoli

Perché l'impercettibile trattenuta di Perisic su Chiellini viene fischiata, mentre quella evidente di Lichtsteiner su D'Ambrosio no? Perché ad esempio, Totti può mandarti affanculo cinque volte a brutto muso, Bonucci può urlarti nell'orecchio e Higuain può inveire con veemenza anche per un misero fallo laterale e tutto viene concesso, ma se poi a protestare è Perisic – dopo 95 minuti di frustrazione e dopo essersi visto fischiare contro un fallo di confusione che sa tanto di "sbrighiamoci a fini' 'sta partita" - allora no, allora scatta il cartellino rosso... 
C'è in gioco la credibilità stessa del calcio italiano, si discute sul metro di giudizio che è puntualmente dissimile ogni volta. 
E allora? E allora scatta pure la carovana mediatica che quasi invoglia il Giudice sportivo a stangare i contestatori. Già in Tim Cup con la Lazio c'erano state penalizzazioni piuttosto evidenti sotto il profilo arbitrale, ma a Torino si è tornati a respirare un'aria pessima che rimanda la memoria a incubi passati. 

Suning ha lanciato la sfida a chi domina in Italia, lo hanno detto tutti. E si sa: quando si sfida il potere, quando si tenta di sovvertire lo status quo, c'è sempre il rischio che te la facciano pagare nel modo in cui sanno e nel modo con il quale possono... 

Nessun commento:

Per commentare con BLOGGER, GOOGLE ACCOUNT o ANONIMO scrivi nel box qui sotto, oppure commenta con FACEBOOK nel box in alto!